Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

ARTIGIANATO

 

È imprenditore artigiano colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare l'impresa artigiana, assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri ed i rischi inerenti alla sua direzione e gestione e svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo.
È artigiana l'impresa che, esercitata dall'imprenditore artigiano, ha per scopo prevalente lo svolgimento di un'attività di produzione di beni, anche semilavorati, o di prestazioni di servizi, escluse le attività agricole e le attività di prestazione di servizi commerciali, di intermediazione nella circolazione dei beni o ausiliarie di queste ultime, di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, salvo il caso che siano solamente strumentali e accessorie all'esercizio dell'impresa.
È industriale chi svolge attività di produzione di beni di interesse economico con criterio massivo,  trasformando delle materie prime in semilavorati o prodotti finiti.
Requisiti per l'esercizio dell'attività: 
L'esercizio dell'attività è soggetta alla presentazione di SCIA - Modello al SUAP ai sensi dell'articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241.
Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia.
L'edificio e i locali in cui si svolge l'attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.
L'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all'attività oggetto della segnalazione e delle relative prescrizioni (ad esempio in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria).
Preliminarmente alla presentazione di SCIA  è necessario essere in possesso di tutte le autorizzazioni rilasciate da altri enti necessarie ai fini dello svolgimento dell'attività. 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
  • Legge n. 443/1985 “Legge quadro sull’artigianato”
Legge regionale n. 8/1989 “Disciplina dell’artigianato” novellata dalla Legge regionale n. 11/2002
  • Legge n. 463/1959 “Estensione dell’assicurazione obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed ai superstiti, agli artigiani ed ai loro familiari”
  • D.P.R. n. 288/2001 “Regolamento concernente l’individuazione dei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali, nonché dell’abbigliamento su misura
  • Legge n. 133/1997 “Modifiche all’art. 3 della Legge 8 agosto 1985, n. 443, in materia di impresa artigiana costituita in forma di società a responsabilità limitata con unico socio o società in accomandita semplice”
  • Legge n. 57/2001 “Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati” art. 13
Impiantisti
Autoriparatori
  • Legge n. 122/1992 “Disposizioni in materia di sicurezza della circolazione stradale e disciplina dell’attività di autoriparazione”
Imprese di pulizia
  • Legge n. 82/1994 “Disciplina dell’attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione, sanificazione”
Facchinaggio
  • Legge n. 57/2001 “Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati” (facchinaggio)
Estetista
Acconciatore
Tintolavanderia
 
Modulistica

 

Città di Villa San Giovanni

Palazzo San Giovanni - Via Nazionale 625 Seg. Affari Generali e Protocollo

 Via Marconi - Sett. Tecnico Urbanistico, Ragioneria e Tributi
Email e Posta Elettronica Certificata:
► UFFICIO PROTOCOLLO    protocollo.villasg@asmepec.it
► UFFICIO DEMOGRAFICI  demografici.villasg@asmepec.it

► ATTIVITA' PRODUTTIVE  ufficioattivitaproduttive.vsg@asmepec.it

► SERVIZIO TRIBUTI         ufficio.tributi.villasg@asmepec.it

contenuti@comune.villasangiovanni.rc.it (posta ordinaria)

 

CODICE FISCALE  80003650803

  

 

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.676 secondi
Powered by Asmenet Calabria